Cinque consigli per rendere gli ambienti più sani e più felici

Dopo più di un anno trascorso per la gran parte del tempo a casa, a molti di noi è venuta voglia di apportare alcune modifiche agli ambienti. Se da un lato, la pandemia ci ha costretti tutti a trascorrere molte ore al chiuso, dall’altro lato, ci ha messi a stretto contatto prolungato con elementi a cui non prestavamo attenzione.

Di fatto, proprio perché sono subentrate nuove esigenze, abbiamo tutti toccato con mano l’importanza di rendere più sani e positivi gli ambienti nei quali viviamo e trascorriamo momenti importanti con i nostri cari. Questo ci ha costretto a fare un inventario di ciò che funziona e cosa no, e ora è il momento di decidere quali tipi di cambiamenti permanenti possono davvero avere un impatto positivo sul nostro benessere e buonumore.

L’interior Design è sempre un buon investimento

Anche in circostanze normali, trascorriamo molto tempo al chiuso., Secondo gli studi dell’Environmental Protection Agency (EPA) trascorriamo in media circa il 90% della nostra vita in ambienti chiusi. In futuro, teniamo a mente questa statistica, quando pianifichiamo il budget da investire per la casa.

Un’ottima idea è quella di concedersi il lusso di affidare i miglioramenti o la progettazione degli spazi della casa ad un professionista, almeno quando si può. Un’alternativa, soprattutto per chi ha a disposizione del tempo libero e un bel quantitativo di curiosità e voglia di mettersi in gioco, potrebbe essere quella di affinare le proprie capacità di progettazione con un corso o due in modo da poter far da soli. E chi lo sa? Forse potrebbe essere l’occasione per scoprire un talento nascosto!

2. La versatilità è la chiave

Uno dei punti chiave, venuti fuori dal maggiore quantitativo di tempo trascorso in casa, è che i nostri spazi dovevano essere “riconfigurati” per fare spazio al lavoro, alla scuola e all’asilo nido, tutto sotto lo stesso tetto. Ma questo tipo di versatilità è anche qualcosa che siamo sicuri di desiderare in futuro. Ora che abbiamo (nel bene o nel male) realizzato il pieno potenziale versatile dei nostri spazi, ha senso considerare come una casa possa svolgere più funzioni in molti modi.

Quando si pianifica un progetto di design,l’ideale è pensare fuori dagli schemi Questo potrebbe significare qualsiasi cosa, dal trasformare una sala da pranzo in uno spazio che potrebbe fungere da comodo ufficio di co-working per ritagliarsi un posto per gli allenamenti a casa nel tuo salotto. Scegliere i mobili, la disposizione e l’illuminazione giusti è fondamentale, ma il punto è: più versatile è lo spazio, meglio funzionerà per il tuo stile di vita.

3. Più luce naturale

Una delle risorse più salutari che una casa o un appartamento possa avere è una buona illuminazione naturale. L’esposizione alla luce migliora l’umore, può rendere lo spazio più invitante, più grande e diffonde più raggi sulle tue piante. E sappiamo tutti che le piante felici rendono felici anche noi. Dovrebbero essere presi in considerazione anche i trattamenti adeguati per le finestre a beneficio degli occupanti.

La selezione dei trattamenti per finestre appropriati per controllare la quantità di luce che viene immessa in uno spazio può potenzialmente offrire un risparmio sui costi elettrici, creare un’atmosfera e, in definitiva, creare un ambiente sano”.

4. La luce diurna influisce anche sulla composizione

Oltre allo spazio fisico in una stanza, la luce naturale dovrebbe essere un componente chiave quando si configurano la composizione dei mobili. L’ideale sarebbe utilizzare le aree in cui vi è maggiore l’illuminazione più naturale come spazi in cui si trascorre la maggior parte della giornata.. Quando si prende in considerazione un cambiamento, l’ottimale sarebbe sempre di vedere uno spazio, o almeno delle sue immagini, più volte durante la giornata in modo da poter giudicare meglio cosa potrebbe funzionare e dove.

5. L’equilibrio tra lavoro e vita privata è più importante che mai

Molti hanno capito l’importanza di avere uno spazio di lavoro dedicato che sia separato dal resto della loro casa o che possa essere piegato e riposto una volta terminata la giornata lavorativa. Può sembrare comodo e facile lavorare da casa, magari rimanendo a letto. Tuttavia, può essere fonte di distrazione e causare una linea sfocata tra il tempo necessario lontano dal lavoro (per ragioni di sanità mentale).

 Lavorare dal letto o da qualsiasi altro luogo improvvisato può avere un impatto negativo sul  benessere e causare problemi che vanno dal dolore al collo alla mancanza di sonno. Uno spazio di lavoro ergonomico e dedicato è un buon investimento per chiunque lavori da casa.